FLODANCE 2.0 / CIE RUE SERENDIP / KINESIS CDC – special guest Andrea Marino

Caricamento Eventi

FloDance2.0 – “1943

 

Prod.Florence Dance Festival, Mic. Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione CR Firenze.

Regia e coreografia: Marga Nativo
Light designer: Laura De Bernardis
Scenografie: Luca Barbani
Musica: A.A.V.V
Foto: Alessandro Botticelli
Video e montaggio: Andrea Mariotti

danzatori:
IL GIOVANE – Niccolò Poggini
LA GIOVANE – Giada Fini
L’UFFICIALE – Paolo Rizzo
LA PICCOLA COMUNITÀ – Idilnaz Aydin, Ludovica Boni, Isabella Caruso, Giada Fini, Sofia Pierguidi, Giulia Taccetti, Camilla Tiribilli

“Le guerre sono la vera piaga dell’umanità e nelle guerre nessuno vince perchè anche chi vince perde tante vite umane del proprio popolo,della propria nazione. Nella 2ª guerra mondiale i nostri giovani, che loro malgrado, chiamati alle armi, sono stati costretti ad andare al fronte non hanno neanche potuto essere orgogliosi di difendere il proprio paese perchè in quella guerra scellerata dove le atrocità hanno superato l’immaginario,per la follia di pochi, molti di loro non hanno solo perso la vita ma anche l’onore morendo invano accusati da molti di condividere gli stessi ideali di chi li aveva armati – vite spezzate alle quali dovremmo rendere l’onore e la dignità che meritano!” 1943 – Una piccola storia fra le tante, di una guerra assurda.

La giovane formazione FloDance 2.0, sotto la guida sapiente della direttrice artistica Marga Nativo, composta da danzatori della formazione professionale del Florence Dance Center, è fra le compagnie emergenti in residenza al Florence Dance Festival. Tra gli spettacoli precedenti: il Bolero, Quattro Tanghi per una Serenata, Tendresse e Leonardo il Visionario di Marga Nativo, Flowers e Germogli di Benedetta Ghiglia, Fragile di Gabriella Secchi e Preghiera di Arianna Benedetti.

CIE RUE SERENDIP – Pièce de Poche

 

Coreografia: Tristan Bénon & Prunelle Bry
Musica: Raul Beron & Miguel Calo, Francisco Tarrega, Hermanos Gutierrez

Danzatori: Tristan Bénon, Prunelle Bry

Pièce de Poche parla di due personaggi che non si stancano mai di incontrarsi. Si riferiscono a ciascuno

altri con i loro desideri e confrontarsi nei loro pensieri e abitudini. Ha luogo una trattativa tra il desiderio di mantenere la propria direzione e il desiderio di aprirsi a cose nuove. Le, a volte, assurde situazioni creano un effetto specchio e rivelano i nostri meccanismi di convivenza con gentilezza e umorismo.

Riflettere sul ruolo da assumere e sul posto che si occupa.

Pièce de Poche è accessibile a tutti, dai più piccoli ai più esperti, aperta a tutti gli orizzonti e invita a braccia aperte coloro che vogliono arrendersi ad essa.

Pièce de Poche « è luce

      parla di Noi

            è un incontro

            ha bisogno di morbidezza

            ha bisogno di due personalità diverse

            ha bisogno di un oggetto»

Cie Rue Serendip è una compagnia di danza contemporanea che mira a portare la danza contemporanea a un vasto pubblico.
Attraverso azioni di mediazione, laboratori di danza, iniziazione al movimento, durante sessioni di arteterapia e anche durante il processo di creazione , vorremmo aprire a tutti la danza e più in generale l’espressione corporea.
Vorremmo vedere la danza come un modo per condividere e in questo senso consideriamo il pubblico una parte integrante di ogni progetto artistico come l’incognita di un’equazione.
Si tratta di assumerci le nostre responsabilità di artisti e di usare la forza espressiva per suggerire modi di fare, pensare, sognare il mondo e le relazioni. Insieme.

KINESIS CDC – “Fa’atama

 

Concept e coreografia: Angelo Egarese
Musica: A.A.V.V.
Costumi: Costumeria Kinesis
Danzano: Anna Pesetti, Francesca Piergiacomo

Prodotto da Kinesis CDC, MIC Ministero della Cultura Italiana, Regione Toscana, Fondazione CR di Firenze, Florence Dance Festival, con il supporto del Teatro
Affratellamento, D.A.C. e Florence Dance Center.

Un duo al centro di tutto, un duo al centro di un tema… 1 DUO.
Fa’atama è un termine samoano per persone nate donna che si identificano e/o si comportano come un uomo, la coreografia è ispirata al libro MATALASI di Jenny
Bennett- Tuionetoa, attivista per i diritti umani che usa la scrittura come strumento di sensibilizzazione sulle questioni LGBTQIA. Matalasi è un racconto sulla vita di
un fa’atama, ambientata il giorno del suo matrimonio come donna, accettato per non recare danno alla famiglia. Una storia basato sul conformismo e su un individuo costretto a scegliere tra identità e sopravvivenza. Purtroppo una situazione ancora vissuta da molte persone nel mondo, in particolare nelle società conservatrici che
hanno una bassa tolleranza per la differenza o l’individualità.

ANDREA MARINO  (Guest Artist) – Variazione da Lago dei Cigni

 

Coreografia di Rudolf Nureyev
Musiche di P.I. Tchaikovsky

Maggiori informazioni saranno disponibili a breve

KEITH FERRONE – Gioia (723)

 

Ispirato a Not-Two Is Peace di Adi Da Samraj
Coreografia di Keith Ferrone
Musica originale di Andrea Portera

Maggiori informazioni saranno disponibili a breve

Prezzo € 20,00 • INTERO (in prevendita)*

Prezzo € 15,00 • RIDOTTO GENERICO (in prevendita)* (over 65/Soci UniCoop Firenze, Allievi scuole di danza/Studenti under 26 /Bambini 7 – 13 anni)

Biglietto Gratuito Bambini accompagnati fino ai 6 anni. Disabili Ingresso e posto preferenziale

*Biglietti Acquistabili presso punti vendita e online

*I prezzi indicati si intendono esclusi di diritti di prevendita e commissioni.

NB: Biglietti Acquistabili presso punti vendita e online

Acquista Biglietto Online

Torna in cima